Domino

Alcune volte, mentre le giornate scorrono prevedibili e noiose, mi sembra quasi di procedere zigzagando tra enormi tessere di domino disposte ordinatamente una dietro l’altra a formare un cerchio relativamente ampio. Mentre passeggio tra di loro con passi misurati, sempre gli stessi, per evitare di urtarne accidentalmente una, penso che ci dev’essere un errore…mi chiedo da quanto tempo le tessere del domino si siano insinuate nella mia vita, costringendomi a girare in tondo, camminando con cautela e preoccupazione tra loro che invece sembrano così sicure, pur ergendosi in un equilibrio precario..tutte uguali: nere, di plastica, con gli angoli smussati. Non riesco a capire come io sia finita qui, ma non importa..voglio solo capire come andarmene. Dovrebbe essere sufficiente dare una spintarella alla tessera che si trova davanti a me e quella cadendo urterebbe la tessera successiva e così via. Una dopo l’altra, con ordine, cadrebbero tutte, provocando una piacevole serie di tonfi. Ogni tonfo significherebbe un passaggio obbligato in meno sulla mia strada. Sarebbe uno spettacolo grandioso…insieme alle tessere cadrebbero tutte quelle preoccupazioni infondate, o che comunque, anche se fondate, non meritano di avere così tanta autorità nella mia vita. Basterebbe una spintarella…l’unica cosa che mi dissuade dal compiere questo gesto è la paura che l’ultima tessera, quella che sta alle mie spalle, cadendo mi schiacci. Forse farle cadere non è la soluzione migliore…

Annunci

2 pensieri su “Domino

  1. per un giro d’affetto però l’effetto domino potrebbe portar via tutto quel che è stato tessuto per quelle tessere..ehm…si…non so neanch’io quel che ho detto

  2. Ciao, si tratta di una aggiunta mia che non scalfisce assolutamente il contenuto del tuo bellissimo racconto: ho provato a fare un gioco di parole per dire che è sempre difficile capire come uscire da uno schema che ti imprigiona…fuggire da tutto quello che finora è stato un percorso obbligato,perchè forse è semplicemente stato un percorso personale, tessuto nel corso del tempo, che fa parte della propria storia che..in quanto storia personale è un patrimonio importantissimo…far cadere le tessere può voler dire cacciare via per sempre quella storia… ciò di cui parli nel racconto è comunque molto interessante e pieno di spunti di riflessione, il commento è più una riflessione informale, non è un opinione..non so se ora è più comprensibile di prima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...